I tre precetti

(3 recensioni dei clienti)

16.00

Un raro testo della tradizione Bönpo dedicato all’esposizione dei pilastri fondamentali del cammino dello Dzogchen: la Natura della Base dello Stato primordiale, il Sentiero della meditazione e il Frutto della pratica stessa, ovvero lo stato di Buddhità.

Categorie: , , Product ID: 997

Descrizione

In maniera estremamente sintetica e chiara I tre precetti – testo appartenente alla tradizione Bönpo dello Zhangzhung Nyengyü, o Trasmissione orale dello Zhangzhung – espongono i pilastri fondamentali del cammino dello Dzogchen riguardanti la Natura della Base dello Stato primordiale, il Sentiero della meditazione e il Frutto della pratica stessa, ovvero lo stato di Buddhità.

Concedendo un’enfasi particolare alla descrizione delle pratiche più elevate di meditazione connesse con la produzione spontanea di visioni (thögel) e l’ottenimento del Corpo d’Arcobaleno (jalü), quest’opera – tradotta dal tibetano da Jean-Luc Achard e integrata dai preziosi insegnamenti di Lopön Tenzin Namdak Rinpoche – rappresenta un riferimento indispensabile per avvicinare o approfondire la comprensione della Via della Grande Perfezione, così come viene ancor oggi trasmessa e praticata all’interno della tradizione spirituale dello Yungdrung Bön.

 

“La Madre, essenza della mente, è non-nata, vuota e luminosa come il cielo; il Figlio è la Saggezza della Consapevolezza, libero dagli oscuramenti, naturalmente luminoso, come il centro del sole;

La non-differenziazione della Madre e del Figlio che dimorano come Vacuità e Chiarezza non-duali, essendo come il sole che risplende nel cielo, è lo Stato Naturale dell’Essenza della Base…”

 

I tre precetti: dalla trasmissione orale della Grande Perfezione dello Zhangzhung (con gli insegnamenti di Lopön Tenzin Namdak Rinpoche; traduzione del testo radice e commento di Jean-Luc Achard; edizione italiana e traduzione a cura di Martino Nicoletti), Paris, Le loup des steppes, 2019

 

3 recensioni per I tre precetti

  1. Giovanni Assatti

    Un volume di enorme valore! Una guida teorica pratica agli aspetti più profondi del cammino dello Dzogchen tibetano. Bella la veste grafica e utilissimo il glossario in appendice all’opera.

  2. JM

    Stupendo libro del Lopon Tenzin Namdak Rinpoche sullo Dzogchen. Insegnamenti da inseguire con un Maestro. Testo radice tradotto e commentato da Jean Luc Achard.

  3. zanetti sabrina

    Versione tradotta magnificamente in italiano da Martino Nicoletti, con una cura nella grafica e nell’impaginazione che raramente si possono trovare in edizioni di case editrici indipendenti.
    In più, parlando di contenuti, questo libro presenta una lettura chiara e esaustiva degli insegnamenti Dzogchen relativi a Base, Via, Frutto, la cui analisi testuale è stata affidata a Jean-Luc Achard (autore di numerose opere dedicate allo Dzogchen, sia nella tradizione Bönpo che in quella Nyingmapa) e che è integrato dal commentario orale di Lopon Tenzin Namdak.
    Da leggere con pazienza, almeno per me…

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
52 ⁄ 26 =